IL RICONOSCIMENTO DELL'OMS

Senza voler tenere conto delle fonti più propriamente letterarie, la Medicina Taoista ha circa 1200 anni di pratica medica storicamente documentata, dai testi della dinastia Tang agli studi più recenti su qualche miliardo di pazienti che la utilizzano ogni giorno: ad una determinata applicazione segue un determinato fenomeno. Il fatto che non sia ancora possibile spiegarne completamente i meccanismi nei termini della scienza attuale non può negare l’evidenza del fenomeno, e ciò sta alla base del riconoscimento del suo valore da parte dell’Organizzazione Mondiale della Sanità.

I PRINCIPI FONDAMENTALI

Molto più che un insieme di tecniche terapeutiche,  la Medicina Tradizionale Cinese è un sistema per interpretare e riarmonizzare gli stati fisiologici ed emotivi mettendo in pratica i principi della Tradizione Taoista: alla base della sua efficacia sta la capacità di analizzare lo stato della persona nel suo complesso dal punto di vista del Qil’energia vitale.

Analizzando lo stato del Qi ed interpretandolo attraverso le categorie dello YinYang  e dei Cinque Elementi, possiamo individuare eccessi, difetti e ristagni nella circolazione energetica e nelle relazioni fra gli organi interni da cui dipende lo stato emotivo. Quindi sempre applicando queste categorie possiamo stabilire quale tipo di intervento è utile per ristabilire l’equilibrio energetico, fisiologico ed emotivo della persona: la digitopressione del Tuina (l'agopuntura fatta con le mani, l’arte da cui è derivato lo Shiatzu), le tecniche di manipolazione energetica del Qigong Terapeutico, la pratica della Meditazione Taoista.

IL METODO TRADIZIONALE

Ancora una volta è attraverso le categorie tradizionali che si sceglie la combinazione di tecniche ed i metodi di applicazione per calibrare l’intervento ed adattarlo perfettamente alle esigenze della singola persona: i Punti e Meridiani su cui operare, le tecniche specifiche da impiegare su ciascuna zona, gli esercizi da praticare con le opportune modifiche.

Ed ancora questa selezione di punti,tecniche ed esercizi deve essere modificata progressivamente seguendo le reazioni del sistema energetico : l’intervento viene così continuamente modulato seguendo fedelmente il variare delle condizioni della persona fino al raggiungimento del risultato desiderato.

Questo è il metodo tradizionale nella sua integrità: è chiaro che per poterlo applicare è indispensabile una preparazione altrettanto integralmente tradizionale, perché al di là della conoscenza teorica dei principi e delle tecniche, il suo successo dipende essenzialmente dalla capacità di percepire, distinguere ed analizzare le caratteristiche del Qi del soggetto : senza la precisa consapevolezza di ciò che si sta facendo e di quanto di conseguenza sta accadendo nel sistema energetico, qualsiasi pratica può risultare inefficace o peggio del tutto controproducente.

L'IMPORTANZA DELLE FONTI

Per questo le maggiori istituzioni universitarie cinesi, come la Shandong University of Traditional Chinese Medicine che è la nostra fonte principale per la Medicina Taoista, curano la preparazione dei loro studenti su tutti i livelli: lo studio accademico dei classici ed i risultati delle ricerche sperimentali moderne, l’esercizio del Qigong e degli stili interni del Kungfu tradizionale per consolidare la struttura fisica e padroneggiare il sistema energetico, il tirocinio presso gli ospedali universitari per verificare sul campo preparazione e capacità acquisite.  Soltanto questo tipo di formazione può garantire la correttezza e l’efficacia della pratica di qualsiasi disciplina che abbia aspetti energetici, dalla riflessologia allo yoga, dalla scelta di integratori erboristici alle Arti Marziali.

PRENOTA ADESSO LA TUA CONSULENZA GRATUITA

Il primo incontro è sempre gratuito e senza impegno: serve a conoscersi e a delineare insieme il percorso di consulenza che ti serve.